Viaggi organizzati

Potrete scoprire con 8 viaggi organizzati le ricchezze del Sahara, le sue meraviglie geografiche, storiche e culturali.

Tassili N’Ajjer e Hoggar (Algeria)

1. Carovane | 2. 100% Pitture rupestri | 3. Attraversata dell’Hoggar | 4. Oasi, incontro con i nomadi | 5. I mille volti del Sahara | 6. Verso altri Tassili

Voi viaggerete nel tempo, contemplando le pitture e le sculture rupestri che descrivono la fauna esuberante della savana preistorica nei siti di Jabbaren, di Tamrit, di Sefar, o di Tin Tarhert, dove rivivrete l’itinerario scritto da Frison-Roche nel suo libro “Rendez-vous à Essendilene”.

Tikoboène e il suo gigantesco arco di roccia, la vista mozzafiato sulla piana di Admer, la spettacolare sfilata di rocce dell’In’Aloukou, il canyon d’Indjaren dal paesaggio lunare, la foresta di roccia dalle forme sorprendenti d’In Aramas, la sorgente di Essendilene con i suoi giardini di alloro rosa o i grandi letti dei fiumi di Talouat bordati di tamarindo.

I superbi paesaggi vulcanici di Atakor, le sabbie rosse di Tin Merzouga , le più alte dune del Sahara, i dedali di viuzze di Tilalène, il caos di rocce corrose dalla sabbia, l’ondulazione delle dune...

Tutti questi luoghi appagheranno la vostra immaginazione. Vivrete con intensità i bivacchi in mezzo alle dune sotto un cielo puro, gli incontri con il popolo Tuareg e gusterete anche il piacere dei bagni nelle acque deliziose e inattese delle sorgenti , o di scendere le dune con gli sci.

Ténéré e Aïr (Niger)

7. Alla ricerca dell’albero perduto | 8. Sulla pista delle carovane

Da Djanet a Agadez : questi due circuiti ci porteranno veramente all’interno del “deserto dei deserti” . La grande bellezza e la varietà dei paesaggi risveglia in noi un sentimento di “ultimo avamposto” e un’emozione senza pari ci invaderà alla vista di una delle tante carovane che circolano ancora in questa parte di Sahara.

A sud est di Tamanrasset l’orizzonte si apre all’ infinito. Il Ténéré ci propone le sue dune e la sua immensità mistica di 600 chilometri quadrati prima di scontrarsi con il massiccio più alto del Sahara : l’Air.

Dopo lunghi giorni in questo universo minerale, il miracolo dell’acqua : una successione di oasi, la freschezza dei giardini, il ridere spensierato di un bimbo, ci trascinano in questo incrocio di tutte “le Afriche” che ha nome Agadez.